BLOG

Generatore silenziato: perché usarlo

Il generatore silenziato si usa per esigenze particolari poiché permette di ridurre il rumore in uscita, a differenza di un normale generatore di corrente che solitamente è abbastanza rumoroso. Quest’ultimo si usa spesso per alimentare utenze elettriche di stand e bancarelle durante fiere ed eventi e presenta un motore senza protezione che, quindi, sfoga tutta la sua potenza facendosi sentire. I normali generatori, inoltre, vengono utilizzati per lavori saltuari, dove cioè non è necessario tenerli accesi a lungo. I generatori insonorizzati, invece, trovano largo impiego nel settore industriale, dove c’è bisogno di elettricità o in caso di emergenza, e il motore deve rimanere acceso per molte ore consecutive. Solitamente, per funzionamenti di lunga durata, conviene scegliere un generatore con motore a diesel, come ad esempio nei cantieri, mentre per uso domestico meglio preferire generatori con motori a benzina.

generatore-silenziato-fourgroup.JPG

Com’è fatto un generatore insonorizzato

I generatori silenziati hanno una cofanatura rivestita di materiale fonoassorbente


I generatori insonorizzati dei gruppi elettrogeni Fourgroup

Le nostre serie di gruppi elettrogeni insonorizzati sono: Urban, Argo, Mistral e Road, con raffreddamento a liquido o ad aria. A seconda delle esigenze possono essere utilizzati per uso residenziale o industriale. La cofanatura è dotata di sportelli ampi e offre un’elevata insonorizzazione, mentre la centralina elettronica gestisce il motore per rilevare la mancanza di tensione di rete.

Il cablatore, lo specialista in impianti di cablaggio

Negli edifici moderni il cablatore si occupa dell’installazione degli impianti di cablaggio per la realizzazione delle varie reti locali con lo scopo di integrare i diversi apparati di comunicazione come gli impianti di controllo e di sorveglianza, le reti di calcolatori, i terminali telefonici, e così via.

Cablaggio strutturato: cos’è e in cosa consiste?

Ma cosa s’intende esattamente per cablaggio strutturato? Il cablaggio strutturato è un’infrastruttura capace di soddisfare le esigenze di collegamento delle reti locali, come la rete LAN o quella telefonica ISDN, ovvero la rete classica e numerica, ma anche gli allarmi, i controlli, le immagini video, ecc. Grazie alle nuove tecnologie il cablatore è in grado di dotare un qualsiasi tipo di edificio di un cablaggio integrato che eviti il sovrapporsi di cavi rendendo più efficienti le canalizzazioni per il passaggio dei cavi stessi.


Cablaggio-fourgroup.JPG

I vantaggi di un cablaggio sono quindi:

  • Efficienza
  • Avanguardia
  • Produttività
  • Flessibilità
  • Integrazione
  • Universalità
  • Apertura a tutte le reti LAN
  • Riduzione dei costi
  • Individuazione dei problemi in breve tempo

Perché è importante il cablaggio

L’importanza di un cablaggio strutturato è quella di creare una rete informatica con servizi all’avanguardia e tecnologici, utili alla sicurezza  e al risparmio energetico. Oggi, infatti, sono molte le strutture dotate di tali impianti che però devono rispettare le normative e le legislazioni vigenti in materia con lo scopo di garantire l’efficienza del prodotto. Per ogni postazione solitamente vengono posati uno o più cavi nelle pareti, nei pavimenti o nei controsoffitti  affinché si realizzi un cablaggio di piano orizzontale FD, un rack da 19 pollici che può ospitare sia gli apparati attivi sia i permutatori. Ogni locale con un armadio di distribuzione dovrebbe possedere le caratteristiche idonee per alimentazione elettrica protetta da un gruppo di continuità, controllo d’accesso e condizionamento.

Armadi elettrici: cosa sono e come funzionano

Gli armadi elettrici, conosciuti anche come quadri elettrici, rappresentano quella parte degli impianti che alimenta prese, luci ma anche elettrodomestici di una casa. In altre parole, l’armadio elettrico è il cuore dell’impianto da cui partono le linee di diramazione che portano la corrente alle scatole di derivazione e a qualsiasi tipo di dispositivo elettrico.

Quante tipologie di armadi elettrici esistono

Gli armadi elettrici sono formati da un unico interruttore generale, da almeno due interruttori differenziali, ovvero i cosiddetti “salvavita”, e da più interruttori magnetotermici. Essi si trovano a valle del contatore e possono essere installati internamente o esternamente, ma anche incassati, oppure collocati nel pavimento o sulla parete. I nostri quadri elettrici ad intervento automatico sono dotati di centralina e pannello di controllo: sono quei quadri interposti tra la rete e l’utenza, in grado di alimentare quest’ultima in modo automatico, in caso di instabilità o mancanza della tensione elettrica. Al loro interno trovano spazio contatori di potenza, caricabatterie, morsettiere e accessori vari.

armadi-elettrici.PNG

A cosa servono i quadri elettrici

Gli armadi elettrici possono avere diverse funzioni tra cui soprattutto quella di alimentare i circuiti e proteggerli, oltre a interrompere l’alimentazione di un circuito, in caso di emergenza, pericolo, cortocircuito e sovraccarico. Questa parte dell’impianto non solo eroga e distribuisce la corrente, ma protegge le persone da pericoli e imprevisti seri, interrompendo l’elettricità in caso di sbalzi di corrente, sovraccarichi, dispersione elettrica e contatti con parti in tensione o scoperte. Proprio per garantire il corretto funzionamento dei quadri elettrici è di vitale importanza la loro manutenzione, che deve essere sempre eseguita da mani esperte e professioniste. Secondo la normativa gli armadi elettrici devono avere delle dimensioni maggiori del 15% rispetto al necessario e che i circuiti delle prese siano protetti dal sovraccarico.

Vieni a scoprire i nostri quadri elettrici tra cui le serie Commander, Commutation e Sentinel, nonché tutti gli accessori necessari per un impianto elettrico sicuro, affidabile e funzionale.

Pompe antincendio: cosa sono

Le pompe antincendio sono dei dispositivi meccanici costituiti da una pompa idrica accoppiata ad un motore elettrico o ad un motore endotermico. Servono per movimentare una certa quantità di acqua ad una pressione tale da poter estinguere un incendio, secondo dati di progetto. Sono utilizzate in caso di emergenza e devono essere installate nella maggior parte delle attività industriali, ricettive turistico alberghiere, ... Esse intervengono automaticamente per l’estinzione di incendi. La loro portata d’acqua e relativa pressione dipendono dalla tipologia/dimensione della rete idrica antincendio (sprinkler o idranti). Questa tipologia di pompe può essere usata anche in impianti antincendio a schiuma, che utilizzano premescolatori e monitori.

Tipologie di pompe e uso

Le pompe antincendio ad asse orizzontale più utilizzate sono quelle tipo “end-suction”, le uniche pompe ad asse verticale ammesse sono le “vertical turbine pumps”. Risulta da limitare l’uso di pompe principali tipo sommerso.
Pompe antincendio.PNG

La normativa antincendio UNI EN 12845

Tutte le pompe antincendio Fourgroup sono progettate e realizzate secondo la normativa UNI EN 12845. Questa norma descrive le caratteristiche ed i requisiti per la progettazione, l’installazione e la manutenzione degli impianti sprinkler negli edifici e nelle industrie, nonché la tipologia di pompe specifiche per lo spegnimento. Le pompe devono essere azionate da motori diesel o elettrici. Il motore diesel deve essere a iniezione diretta, con raffreddamento ad acqua o ad aria e deve poter funzionare a pieno carico e in modo continuo; deve essere inoltre munito di serbatoio che assicuri il funzionamento e una buona autonomia, in base alla classe di rischio degli impianti.I sistemi antincendio Fourgroup sono progettati e costruiti anche secondo la norma Italiana UNI 10779 “Impianti di estinzione incendi – Reti di Idranti – progettazione, installazione ed esercizio” e secondo la norma Italiana UNI 11292 “Locali destinati ad ospitare gruppi di pompaggio per impianti antincendio - Caratteristiche costruttive e funzionali”

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Navigandolo ne accetti l'utilizzo: per avere maggiori informazioni puoi consultare la pagina dedicata alla nostra Cookie Policy

Visualizza Cookies Policy

Hai rimosso i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Avete accettato di utilizzare i cookies sul vostro pc. Questa decisione può essere modificata.